top of page

Il campo energetico dell'uomo

Il corpo fisico è circondato da un campo energetico strutturato a sette livelli, comunemente chiamato aura. Il corpo fisico e l'aura, strettamente connessi, interagiscono tra loro.

Secondo l'antica cultura indù, tutti gli esseri hanno un campo energetico che circonda e avvolge il corpo fisico. Nell'uomo e negli animali i punti di comunicazione di questo campo energetico con il corpo fisico erano chiamati chakra, termine sanscrito che significa "ruota": le varie scuole di yoga cercavano di conoscerli, descriverli e dar loro definizioni simboliche. Con la diffusione delle conoscenze orientali in Occidente e con la riscoperta del legame indissolubile tra uomo e natura, i chakra e il campo energetico umano sono stati oggetto di attenti studi nella nostra società negli ultimi decenni, al fine di comprendere l'essere umano nella sua interezza, al di là del modello materialista riduttivo imposto dalle dottrine dell'Illuminismo e della medicina ufficiale.

The seven layers of our beins
The seven Aura's levels

L'energia vitale non è una caratteristica esclusiva della materia, anzi: secondo il pensiero olistico, l'energia precede la materia e la crea, quindi sia il corpo fisico che tutto ciò che appare ai nostri sensi come qualcosa di materiale rappresenta l'ultimo stadio, il più denso, di un processo di generazione iniziato prima. L'universo respira: anche le ipotesi più recenti dell'astrofisica sembrano riconoscere che l'universo si contrae e si espande ritmicamente, come accade durante la respirazione, mentre la fisica subatomica ha da tempo dimostrato che materia ed energia sono due aspetti dello stesso fenomeno. Ad ogni contrazione ed espansione dell'universo viene rilasciata energia, che tende poi a condensarsi in materia, dando origine a stelle, pianeti, minerali, acqua, piante, animali e uomo.

Per prendersi cura del nostro organismo nel suo insieme è quindi necessario considerare non solo il corpo fisico, ma anche il campo energetico ad esso connesso, che comunemente viene chiamato aura. Uno dei più grandi sensitivi e terapeuti dell'era contemporanea, Barbara Ann Brennan, nel suo libro Hands of Light definisce il campo energetico umano come "la manifestazione dell'energia universale intimamente connessa con la vita umana". Il campo energetico umano, l'aura, ha il compito di attingere e metabolizzare l'energia attingendola dal campo energetico universale. Nella saggezza delle grandi culture millenarie non occidentali - come le civiltà indiana, cinese, egizia e precolombiana - il campo energetico universale è stato indagato fin dai tempi più antichi e definito in modi diversi (prana in India, qi in Cina, con altre parole altrove), e si è compreso che ogni cambiamento che avviene a livello della materia è preceduto da un cambiamento osservabile nel campo universale: l'energia si trasforma incessantemente in materia, ma anche la materia si riconverte in energia. Così, ancora oggi, sensitivi capaci di visualizzare campi energetici e studiosi occidentali che si sono dedicati a questo argomento hanno accertato che l'aura è composta da sette strati o livelli, ognuno dei quali corrisponde ad uno dei sette chakra maggiori. Questi ultimi sono centri a forma di vortice, simili a vortici di energia, incaricati di gestire il fluido vitale proveniente dal campo energetico universale e trasmetterlo ai vari livelli dell'aura e al corpo fisico.


I sette chakra principali si formano nei punti dell'aura dove le linee di energia si intersecano ventuno volte; oltre a questi vi sono ventuno chakra minori, che si formano nei punti dell'aura dove i flussi di energia si incrociano quattordici volte. Altri chakra, anche di dimensioni più ridotte, sono posti nei punti in cui i flussi si intersecano sette volte, e così via secondo una scala decrescente, fenomeno che porta a considerare i punti di agopuntura come chakra di minuscole dimensioni. Ciascuno dei sette chakra maggiori è connesso al corrispondente strato dell'aura, cioè al corpo sottile che vibra con esso: il 1° chakra lavora in armonia con il corpo eterico, il 2° chakra con il corpo emozionale, il 3° chakra con quello mentale corpo, e così via. Per ogni strato dell'aura i sensitivi rilevano la presenza di sette chakra: ciascuno di questi vortici appare come un cono inserito all'interno del precedente e caratterizzato da una frequenza vibrazionale sempre più alta.


I sette livelli dell'aura, o corpi sottili, si compenetrano e si estendono oltre il corpo di consumo; la sostanza che li costituisce diventa sempre più rarefatta procedendo dal primo strato per arrivare al settimo, che indica la presenza di vibrazioni da frequenze sempre più alte. I corpi sottili, oltre alla frequenza di vibrazione, si differenziano per funzioni, caratteristiche, forma, colori: la loro struttura rivela un dualismo che si esprime in relazione alla maggiore o minore fluidità delle vibrazioni energetiche. I corpi sottili di numero dispari (1°, 3°, 5°, 7°) appaiono più stabili e ben definiti nei loro contorni, mentre i corpi sottili di numero pari (2°, 4°, 6°) appaiono come fluidi in movimento, che non hanno un forma definita ma sono condizionati, per quanto riguarda la forma, da corpi di numero dispari.

I sette livelli dell'aura


1° LIVELLO DELL'AURA. CORPO ETICO

6500-13.500 UB

Gamma di 3-4 cm rispetto al corpo fisico.

Larghezza del corpo eterico: circa 3-4 cm.


Risuona particolarmente con il 1° chakra. L'etere è lo stato intermedio tra materia ed energia: questo primo strato è un duplicato del corpo fisico e lo riproduce fedelmente, anche per quanto riguarda gli organi interni e tutte le parti anatomiche. Si presenta come un insieme di scintillanti linee di luce, il cui colore può variare dal celeste al grigio: nelle persone delicate e sensibili, il corpo eterico assume più propriamente sfumature di blu, mentre negli individui robusti e atletici rivela un grigio colore. Il corpo eterico dà struttura al corpo fisico e riflette tutti i processi fisiologici che avvengono in quest'ultimo; poiché funge da supporto per la conformazione fisica dell'individuo, il 1° livello dell'aura contiene tutte le informazioni sulla realtà materiale di quell'individuo. Trattamenti di questo livello agiscono sui disturbi minori, in particolare sugli squilibri fisiologici e funzionali. I chakra di questo corpo sottile sono tutti di colore da blu pallido a grigio.



2° LIVELLO DELL'AURA. CORPO EMOTIVO

13.500-21.500 UB

Gamma di 4-8 cm rispetto al corpo fisico.

Larghezza del corpo emozionale: circa 4 cm.


Risuona particolarmente con il 2° chakra. Riguarda le emozioni, le sensazioni, i sentimenti, le paure e la capacità di provare piacere. A differenza del corpo eterico, il corpo emozionale non riproduce fedelmente il corpo fisico, ma è costituito da accumuli fluidi di colori in movimento. Le tonalità osservate includono tutti e sette i colori dell'iride e variano da scuro a luminoso in relazione alle emozioni del soggetto, alla sua chiarezza di sentimenti o al grado di confusione che lo caratterizza. I sette chakra di questo livello di aura hanno, in ordine, i colori propri di ciascun vortice, come specificato di seguito. Analogamente al 2° chakra, questo corpo registra informazioni dal lato emotivo della personalità. Tutti gli squilibri che hanno a che fare con le emozioni si formano qui.



3° LIVELLO DELL'AURA. CORPO MENTALE

21.500-30.500 UB

Gamma di 8-14 cm rispetto al corpo consumante.

Larghezza del corpo mentale: circa 6 cm.


Risuona particolarmente con il 3° chakra. Poiché questo livello riguarda le attività intellettuali e le funzioni mentali, il suo colore dominante è il giallo in varie sfumature. Nel caso di un soggetto impegnato in occupazioni mentali, il giallo è accentuato alla testa e alle spalle. I pensieri di qualsiasi tipo che colpiscono l'individuo sono rilevabili dall'analisi di questo corpo, nel quale si riversano anche altri cluster di colore provenienti dal corpo emotivo: questi cluster rappresentano le emozioni legate a idee e pensieri specifici. Se un'idea è chiara e ben definita, i colori delle emozioni ad essa associate saranno vividi e luminosi, altrimenti noterete sfumature opache e scure. Le disarmonie energetiche presenti a questo livello sono legate alla mente razionale e ai pensieri coscienti. I chakra di questo corpo sottile sono tutti di colore giallo.


4° LIVELLO DELL'AURA. CORPO ASTRALE

30.500-40.500 UB

Gamma di 14-28 cm rispetto al corpo fisico.

Larghezza del corpo astrale: circa 14 cm.


Risuona particolarmente con il 4° chakra. Inoltre, questo livello si distingue per la presenza di colori, generalmente più intensi e lucenti di quelli del corpo emotivo, spesso attraversati da bagliori verdi e rosa. Nel corpo astrale osserviamo lo scambio energetico tra le persone: se due soggetti sono profondamente uniti da una relazione amorosa, i loro corpi astrali appaiono collegati da flussi energetici sotto forma di corde rosate. Questo corpo, infatti, riguarda tutte le esperienze affettive attraverso le quali l'individuo può essere attraversato: se il cuore è chiuso nel risentimento, nell'odio e simili atteggiamenti negativi, i colori del corpo astrale saranno scuri, spenti, privi delle sfumature del verde e rosa. Quando una relazione romantica o un'amicizia si interrompe, i flussi di energia che collegano le aure delle due persone si fermano più o meno contemporaneamente. Occorre operare su questo corpo per correggere gli squilibri legati all'amore e all'affettività, alla gioia (o alla mancanza di gioia) nell'affrontare le situazioni della vita. I chakra di questo corpo sottile hanno ciascuno un colore diverso, come vedremo di seguito.


5° LIVELLO DELL'AURA. MATRICE DEL CORPO ETICO

40.500-51.500 UB

Gamma di 28-48 cm rispetto al corpo fisico.

Larghezza del corpo della matrice eterica: circa 20 cm.


Risuona soprattutto con il 5° chakra. Questo corpo è chiamato matrice perché riflette tutto ciò che esiste nell'individuo sul piano fisico, come se fosse un modello, una specie di negativo fotografico. Contiene la configurazione originaria del corpo eterico: se quest'ultimo è alterato a causa di traumi o malattie, è possibile agire sul corpo di matrice eterica per favorire il processo di rigenerazione.

Rappresenta l'archivio della nostra esistenza. Le forme e le strutture che appaiono nel 5° livello dell'aura sono costituite da linee trasparenti su fondo blu cobalto. Le patologie degenerative profonde che affliggono il corpo fisico, insieme ai problemi di comunicazione e di espressione di sé hanno spesso come radice squilibri energetici presenti in questo livello. I chakra di questo corpo sottile sono tutti di colore blu cobalto.



6° LIVELLO DELL'AURA. CORPO CELESTIALE

51.500-63.500 UB

Gamma di 48-74 cm rispetto al corpo fisico.

Larghezza del corpo celeste: circa 26 cm.


Risuona soprattutto con il 6° chakra. Il corpo celeste viene solitamente indicato come un corpo emotivo trasposto a livello spirituale. È percepibile come un insieme di sfumature delicate, molto accese, attraversate da raggi argentati, dorati e madreperlacei. Attraverso le qualità di questo livello dell'aura, sono possibili pratiche di meditazione che portano all'elevazione della coscienza individuale.

Contiene tutte quelle verità che ciascuno di noi cerca, e come tale rappresenta la dimensione in cui ottenere l'accrescimento della conoscenza. Inoltre, analogamente al 6° chakra, il corpo celeste può essere interessato da interventi che non richiedono la vicinanza fisica di due soggetti, come la telepatia e la guarigione a distanza. Tra le esperienze che si riflettono in questo corpo troviamo anche le forme di misticismo volte a condurre l'uomo all'estasi spirituale. È necessario operare a questo livello in caso di gravi problemi psichici, incapacità di vedere correttamente la realtà, eccesso di razionalità. I chakra di questo corpo sottile hanno colori molto delicati e luminosi, che vanno dall'argento al dorato, al perlato.


7° LIVELLO DELL'AURA. CORPO CAUSALE

63.500-76.500 UB

Gamma di 74-104 cm rispetto al corpo fisico.

Larghezza del corpo causale: circa 30 cm.


Risuona particolarmente con il 7° chakra. Viene anche chiamato corpo keterico, termine che deriva dall'ebraico kether, che significa "corona". Rappresenta il livello mentale del piano spirituale: attraverso questo corpo sperimentiamo la trascendenza e l'unione con l'Assoluto.

È un campo energetico con vibrazioni estremamente elevate: la cintura esterna, a forma di guscio d'uovo, contiene informazioni su vite precedenti, mentre l'area sottostante, che incorpora gli strati dell'aura dal 1° al 6°, si riferisce all'incarnazione attuale . Il colore dominante è l'oro: appare sia in minuscoli filamenti, che racchiudono i precedenti livelli dell'aura come in una ragnatela, sia come sfumature di luce dorata legate ai chakra e alle conformazioni del corpo fisico. Il 7° è il livello che sembra avere la maggiore resistenza; vi è inscritto il programma della presente incarnazione, e funge anche da ponte per la comunicazione con gli spiriti guida. Poiché questo corpo è connesso con il karma, è piuttosto difficile influenzarlo terapeuticamente. I chakra di questo corpo sottile sono tutti di colore oro.



I primi tre corpi fanno parte del piano fisico, in quanto metabolizzano le energie legate alla materia, alla fisicità; il corpo astrale, fungendo da cerniera di transizione tra il piano fisico e quello spirituale, rappresenta l'area dell'aura dove le energie materiali si trasformano in energie spirituali; infine, il compito del 5°, 6° e 7° corpo è di gestire la vita spirituale dell'individuo. I livelli aurici dal 4° al 7° si trovano oltre il mondo fisico, e come tali riguardano altri stati della realtà: sintonizzandosi con questi livelli si possono percepire varie entità prive di un corpo fisico, come gli spiriti guida. Come abbiamo detto, i chakra agiscono come trasmettitori di energia tra i diversi livelli dell'aura e distribuiscono l'energia del campo energetico universale al corpo fisico anche utilizzando il sistema endocrino: ad ogni vortice, quindi, è associata una ghiandola endocrina. Ogni vortice si distingue anche per un colore preciso e altre caratteristiche che verranno specificate in seguito. Ogni chakra svolge funzioni ben definite e possiede qualità proprie: quindi, attraverso l'analisi dei singoli vortici, si ottengono informazioni sulle aree psicologiche, caratteriali e comportamentali del soggetto.

Main chakras positions on the body
Main chakras positions on the body

I vortici dal 2° al 6° compreso sono doppi, cioè presenti sia sulla parte anteriore del corpo che su quella posteriore; i vortici 1° e 7°, in quanto estremità della colonna centrale che dirige verso l'alto il flusso di energia, sono invece singoli.

Il 4° chakra funge da ponte, da elemento di raccordo tra i tre chakra inferiori e i tre superiori, ed è connesso con ciascuno di essi; inoltre, essendo il centro energetico del cuore, assume particolare importanza. Ciascuno dei tre vortici inferiori è connesso ad uno dei vortici superiori (il 1° chakra è connesso al 5°; il 2° è connesso al 6°, il 3° al 7°), quindi per studiare le disarmonie è bene tenere sempre in mente considera anche il chakra corrispondente. I chakra anteriori si riferiscono a comportamenti, situazioni e forme di conoscenza di tipo Yang attivo, maschile, (sebbene i chakra anteriori pari siano caratterizzati dalla presenza di sfumature passive, femminili, Yin), e come tali riguardano il Sé cosciente . Controllano principalmente problemi coscienti, di tipo razionale, che possono essere vissuti direttamente: la realtà quotidiana, la vita attuale e le decisioni da prendere, i bisogni e le esperienze che conosciamo, la necessità di relazionarsi con il mondo agendo in modo diverso per risolvere problemi concreti. Il pensiero lineare e tutto ciò che ha un'influenza immediata sul soggetto, siano essi ricordi, sensazioni, bisogni emotivi o situazioni di cui la persona è consapevole e che vengono vissuti in modo problematico deve essere affrontato attraverso i chakra anteriori. I chakra posteriori si riferiscono alle energie passive, femminili, Yin (sebbene i chakra posteriori dispari siano caratterizzati dalla presenza di sfumature attive, maschili, Yang), quindi riguardano il Sé inconscio. Questi vortici riflettono l'esperienza indiretta e irrazionale, controllano il mondo dell'intuizione, dell'ispirazione, della dilatazione della coscienza; risuonano con le realtà estese, con difficoltà di tipo inconscio, con il pensiero analogico, con tutto ciò che non è tangibile e direttamente sperimentabile in termini di razionalità. Rappresentano il legame con la parte nascosta e repressa della personalità, con la "zona d'ombra", con le vite precedenti, gli spiriti guida, le entità soprannaturali.

Ida, pingala and sushumna flow
Ida, pingala and sushumna flow

I flussi di energia elaborati dai chakra vengono convogliati nell'aura e nel corpo fisico attraverso le nadi (dalla radice sanscrita nad, "fluire verso il flusso"), canali energetici che hanno qualche analogia con i meridiani della medicina tradizionale cinese, anche se le nadi sono molto più numerose e formano una sorta di "sistema circolatorio sottile". Secondo le dottrine indiane, tra cui in particolare lo yoga, il sistema energetico umano è composto da 72.000 nadi: le più importanti sono ida, pingala e sushumna. Questi tre canali verticali hanno origine nel 1° dei sette chakra maggiori: ida e pingala seguono un movimento sinusoidale ai lati di sushumna - che invece ha un andamento rettilineo - intrecciandosi in corrispondenza di ciascuno dei chakra principali. Ida è di valenza femminile, Yin, e controlla tutti i processi mentali, mentre pingala è di valenza maschile, Yang, e come tale si riferisce a processi vitali, dinamici e fisiologici. Oltre ai sette chakra maggiori ci sono ventuno chakra minori e altri di dimensioni sempre più piccole. I sette maggiori centri energetici hanno un grande valore in tutte le terapie energetiche; tuttavia, anche i ventuno chakra minori consentono di dirigere convenientemente i flussi terapeutici, affinché alcuni di questi possano essere oggetto di cura. Partendo dal basso, sono: i due chakra della pianta dei piedi, i due chakra delle ginocchia, i due chakra delle mani, i due chakra delle gonadi (testicoli e ovaie), il chakra del fegato, il chakra dello stomaco, il chakra del doppio milza-pancreas, il chakra del plesso solare minore, i due chakra del seno, il chakra del timo minore, il chakra situato sullo sterno all'incrocio delle clavicole, i due chakra dell'orecchio e dei due occhi.


Solo i chakra situati sotto i piedi e i chakra dell'orecchio sono singoli; le altre hanno l'aspetto anteriore e l'aspetto posteriore come i vortici maggiori. Per quanto riguarda il chakra minore del plesso solare, questo è spostato un po' più in alto, verso le mammelle, rispetto al 3° chakra principale, che si trova anch'esso nella regione del plesso solare; il chakra del timo è invece un chakra separato collegato alla ghiandola endocrina, anche se quest'ultima nel suo insieme è correlata al 4° chakra principale.

Lo studio dei chakra e del campo energetico umano ci riporta alla grande verità da sempre conosciuta dalle culture millenarie non occidentali e dalla tradizione esoterica occidentale: l'uomo non è composto solo da quella parte materiale che possiamo vedere e toccare con i nostri sensi limitati, ma anche di piano emotivo-mentale e spirituale. Questi ultimi due concetti sono in qualche modo assimilabili all'aura che, essendo direttamente collegata al corpo fisico, fa riflettere sul fatto che la divisione dell'organismo in sezioni distinte non ha senso: tutto interagisce continuamente con tutto, è non è possibile separare il piano fisico dagli altri piani, né possiamo estrapolare un singolo organo corporeo e trattarlo come se esistesse in sé, come se non fosse connesso a tutto il resto.


La triplice divisione corpo-mente-spirito acquista un significato profondo solo se ci rendiamo conto che questi tre elementi in realtà non sono separati, ma si influenzano a vicenda. La visione olistica del mondo insegna a conoscere l'uomo e la natura nella loro totalità e nelle relazioni reciproche, senza compiere quelle scissioni tanto care al pensiero scientifico: scissioni che generano una conoscenza approssimativa e approssimativa della realtà.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


ThePositive.Energy - Blog e Pensieri

Free Space for Visions, thoughts, reflections, discussions, and ideas on our reality 

bottom of page