top of page

Il mio piano futuro - Help the Globe

20210919_174217_edited.jpg

Non mi sento mai bene a far pagare Reiki, ma la vita ha delle spese.

 

Desidero aiutare ogni essere vivente che entra nella mia vita bisognoso di aiuto senza dover chiedere nulla in cambio.

Speravo che potessi aiutarmi a offrire sessioni e corsi gratuiti Reiki, guide spirituali e tutto me stesso, lasciando andare tutte le preoccupazioni della vita.

image.png

LA VISIONE:

Come posso realizzare il sogno di dare e insegnare Reiki gratuitamente, aiutando in qualsiasi modo io possa?

Uno dei miei sogni più grandi sarebbe girare per gli ospedali per dare e insegnare Reiki ai pazienti, soprattutto a quelli in condizioni terminali. Il mio percorso è iniziato proprio da lì.

Ebbene, ho un piano pazzo.

Penso che innanzitutto dovrò ridurre al minimo le mie spese di vita. Una delle maggiori modifiche che dovrò fare riguarda il luogo in cui vivo, pianificando di trasferirmi in un camper anziché affittare case costose. Questo mi permetterà, insieme alla mia amata Devī, di essere completamente mobile e di raggiungere luoghi dove il bisogno di aiuto è maggiore.

Con un camper, potrò viaggiare verso molte destinazioni come luoghi che hanno subito disastri naturali, per esempio.

Sto attualmente risparmiando per acquistare un camper, e spero di riuscire a fare questo passo entro la fine di febbraio 2025.

Devo riuscirci a tutti i costi!

Questo mi toglierà un po' di pressione finanziaria dalle spalle, permettendomi di vivere con meno, il che significa che posso chiedere meno per i miei servizi e avere comunque ciò che mi serve per vivere.

Tornerò in Italia per un po', ho bisogno della mia famiglia vicino a me dopo 18 anni di assenza. Lì troverò un lavoro part-time per coprire le spese di base e ricostruirò lentamente il camper per renderlo la mia casa. Comincerò di nuovo la mia pratica di Reiki da zero in Italia, ma con un approccio molto diverso.

Reiki non dovrebbe essere un business per me, ma LA MIA VITA!

Ciò che mi ha portato al Reiki in breve:

Mio padre ha sofferto di un tumore al cervello per un po' di tempo prima che mi trasferissi a Londra. Non è stato per niente facile per me vivere in una situazione del genere in un altro paese, ma sono sempre riuscito a tornare ogni volta che possibile per visitare mio padre.

Con il passare degli anni, la situazione non è migliorata e nei momenti di poca speranza ho iniziato a cercare possibili alternative, dove la medicina moderna non offriva soluzioni possibili. Nelle mie ricerche, ho conosciuto il mondo olistico e letto di molte culture, credenze e pratiche. Molte sembrano folli, ma altre mi hanno aperto gli occhi su altri punti di vista sulla nostra realtà.

Un metodo che ho scoperto e a cui mi sono sentito molto attratto è stata la guarigione energetica, in particolare la pratica del Reiki.

Non ho esattamente vissuto la malattia di mio padre in prima persona, vivendo in Inghilterra, ma l'ho visitato spesso. Ciò che avrei voluto dare di più a mio padre sarebbe stato qualche momento di benessere, rilassamento e attenzione ai piccoli momenti belli.

Dopo 18 anni a Londra, ora mi sento soffocato qui. Ho bisogno di più tranquillità e voglio poter dedicare la mia vita senza troppe preoccupazioni a persone che si trovano nella situazione in cui si è trovato mio padre.

Il mio obiettivo più grande è poter viaggiare in vari luoghi, visitando ospedali, cliniche e case per raggiungere pazienti terminali. Vorrei insegnare loro come usare Reiki, a loro, ai loro familiari più stretti e a chiunque si prenda cura di loro.

Reiki può fare la differenza nel curare qualcosa di grande come una malattia terminale? Forse no, ma tutto il processo di apprendimento e utilizzo del Reiki potrebbe sicuramente migliorare il tempo che resta.

Una volta in Italia, mi metterò in contatto con i medici che si sono presi cura di mio padre, nella città di Cuneo, e chiederò loro il permesso di visitare i pazienti terminali e insegnare loro a rilassarsi, meditare, usare Reiki e qualsiasi altra cosa io possa fare per offrire loro un momento di pace.

Non chiederò nulla in cambio.

... forse solo un parcheggio all'ospedale per il mio camper, possibile acqua ed elettricità (questo sarà un lusso!). Dopo un po' di tempo, potrei mettermi in contatto con i medici dell'ospedale di Torino, che si sono presi anche loro cura di mio padre, e ripetere la stessa cosa lì.

Da quel punto in avanti, sarò nelle mani del flusso!

Non so esattamente cosa accadrà da quel punto, e non mi interessa sapere ora, ho fede. Una delle possibilità è ottenere contatti dai medici di Torino per una possibile destinazione successiva.

Potrebbe essere ovunque!

Per sostenere la mia missione, spero nella generosità dell'Universo. Se vuoi aiutare puoi donare qualcosa a tuo piacere. Le donazioni verranno utilizzate solo per coprire le mie spese di base e i costi di manutenzione del camper. Tutti i fondi rimanenti verranno utilizzati per connettermi e possibilmente sponsorizzare individui con idee simili e che vorrebbero fare un percorso simile al mio.

Insieme, non ci sono limiti a ciò che possiamo ottenere.

Alla fine, SIAMO TUTTI LA STESSA ENERGIA!

Nota: Nessuna donazione sarà utilizzata per il mio piacere personale, ma principalmente per coprire le mie spese di base. Non ho bisogno di cose materiali o di soldi. Ho avuto una carriera che mi ha permesso di avere un periodo di vita folle di materialismo e non mi interessa più quel tipo di abbondanza. Tutto ciò di cui ho bisogno è cibo, acqua, una connessione e qualche soldo per coprire eventuali extra o guasti del mio futuro camper. Qualsiasi extra che avrò dalle donazioni verrà utilizzato in "Helping the Globe", possibilmente sponsorizzando altre persone caritatevoli, e tutto verrà riportato nei blog.

Potete seguire i progressi sul blog presto pubblicherò una sezione dedicata lì! Registratevi su questo sito per rimanere aggiornati!

PayPal ButtonPayPal Button

Grazie per il vostro sostegno
Luce e Amore
Stefano & Devi

bottom of page